Personaggio - Francesco Sismondini da Ventimiglia a Bruxelles per seguire la politica europea

Da Ventimiglia a Bruxelles per seguire la politica europea. Questa la storia di Francesco Sismondini, Executive Officier del Movimento Giovanile del Partito Popolare Europeo.

Lo abbiamo incontrato per farci spiegare quando e come sia nata questa avventura.

“È iniziata ormai sei anni fa quando, con la mia organizzazione nazionale Studi Centro, il presidente mi ha chiesto di partecipare ai primi eventi in Europa. Lì ho scoperto Eds, European Democrat Students, e ho cominciaito un pochino a conoscere Bruxelles, come si lavora, chi sono i protagonisti di questa città.

Da quel momento mi sono appassionato e sono stato nominato responsabile di un gruppo di lavoro sulle elezioni europee del 2019, con lo scopo di far capire ai giovani il lavoro del Parlamento e degli europarlamentari e come questo possa determinare la vita quotidiana delle persone. Questi anni di esperienza mi hanno portato a diventare direttore dell’ufficio a 25 anni”.

“Noi abbiamo cinque gruppi di lavoro all’interno della nostra organizzazione: diritti umani, politiche europei, populismi e il nostro scopo è quello di trovare persone che ci finanzino progetti o eventi – prosegue Sismondini. Normalmente si fanno ogni due mesi in una capitale europea diversa e sono quindi anche una grande occasione di turismo.

Da Ventimiglia a Bruxelles ci sono arrivato con una passione verso la politica forte – conclude, e un interesse per l’Europa che mi ha portato a contattare persone di Roma, Milano e altri luoghi spiegando ciò che volevo fare. Direi quindi che è stato coraggio e un po’ di sfacciataggine”.