Da Realdo al monte Saccarello in handbike

Si è svolto nella giornata di sabato 1° ottobre il 1° raduno di handbike fuoristrada organizzato dalla Polisportiva IntegrAbili, sul progetto di uno dei soci fondatori, Marco Orengo. L’ambizioso obiettivo è stato quello di raggiungere il “tetto della Liguria” cioè la cima del monte Saccarello a quota 2200 m. partendo da Realdo.

Alla partenza erano presenti 6 handbikers e 8 ciclisti, provenienti dalla Liguria e dal nord d’Italia, oltre al personale di assistenza e di supporto tecnico.

Commenta la Polisportiva: “L’escursione ha raccolto l’entusiasmo da parte di tutti i partecipanti, le condizioni meteo particolarmente favorevoli hanno reso la giornata molto gratificante. Un’esperienza quindi sicuramente da ripetere alla scoperta di nuovi itinerari accessibili nel territorio delle Alpi Liguri”.

“Per i non addetti ai lavori – prosegue – si precisa che l’handbike è una speciale bicicletta a 3 ruote utilizzata da persone con disabilitĂ  motoria, in cui la spinta al movimento viene esercitata con le braccia, adeguatamente attrezzata con copertoni da fuoristrada e pedalata assistita può essere utilizzata nei sentieri di montagna. Si prospettano nuovi orizzonti per il ciclismo su handbike offroad”.

“La manifestazione è stata sponsorizzata dalla Officina Ortopedica Sanremese di Rosella Lorenzon e dal Conad City San Martino per il punto di ristoro allestito in quota. Un ringraziamento particolare – conclude la Polisportiva – a tutti i volontari per il supporto logistico sul percorso di gara e a tutti i partecipanti… alla prossima avventura!”