video

160 anni, un traguardo prestigioso. Contemporaneamente all’Unità d’Italia nasceva a Nizza il Liceo Giandomenico Cassini in onore dell’astronomo di Perinaldo che faceva parte della corte di Luigi XIV. La capitale della Costa Azzurra era ancora italiana ma non lo sarebbe stata più dopo pochi mesi e così la sede del Liceo venne presto trasferita a Sanremo.

Da allora una lunga storia strettamente collegata alla città dei Fiori, sino ad arrivare ai giorni nostri per questo ‘Regio Liceo’ che ha oltre un migliaio di studenti iscritti e che ha deciso di celebrare degnamente la ricorrenza.

“La settimana del Cassini” è stata presentata nella tarda mattinata odierna nell’aula magna di Villa Magnolie, sede distaccata (di poche decine di metri dalla sede centrale) che ospita la sezione del Classico.

Da lunedì 20 sino a sabato 25 settembre un consistente gruppo di allievi e la direzione didattica hanno organizzato una serie di eventi: quelli del mattino ospitati a Villa Ormond e riservati agli stessi studenti, e quelli della sera dalle 21 alle 23 in piazza Borea d’Olmo aperti a tutti ma solo su prenotazione con ingresso gratuito.

L’idea è nata tra un gruppo di cinque studenti, è stata accolta e pianificata con la direzione didattica ed ha poi coinvolto un centinaio di ragazze e ragazzi dell’istituto, con la benedizione del dirigente Claudio Valleggi e dei suoi più stretti collaboratori, le professoresse Magnoni e Sandra, e il professor Lattarulo.

Come è stato sottolineato, l’evento celebrativo si è reso possibile con il sostegno totale del Comune di Sanremo e grazie a i fondi ottenuti dal ministero competente, per una spesa complessiva che supera i 10mila euro.

“Questo è uno dei licei più antichi d’Italia – ricorda il preside Valleggi – e la storia della città è strettamente legata al Cassini. Tra due anni verrà ricordato il centenario della nascita di Italo Calvino che è stato uno degli studenti più importanti del nostro Liceo e noi ci saremo”.

Lorenzo Ardizio è uno degli studenti del direttivo organizzatore, anche lui maturando, ed era presente alla conferenza stampa: “E’ un bel modo questo per ringraziare il nostro liceo per quello che ci ha dato e ci ha accompagnato nel nostro percorso di crescita e anche il Comune che ci ha concesso la sua fiducia”.

“Questi ragazzi mi riempiono d’orgoglio – ha detto Silvana Ormea assessore alla Cultura a Palazzo Bellevue – perché nonostante le mille difficoltà causate dalla pandemia si sono attivati per realizzare questo evento che è di tutta la città. Noi li abbiamo subito sostenuti e a loro faccio gli auguri perché vada tutto bene, se lo meritano davvero”.

L’inaugurazione è fissata per lunedì alle ore 21 con ‘L’impegno non può aspettare” cui parteciperanno il sindaco Biancheri, il vice-sindaco Pireri, l’assessore Ormea, il preside Valleggi, i rappresentanti d’istituto, e la giovanissima Maddalena Mizzoni che proporrà un suo talk-show sull’importanza dell’impegno scolastico e politico tra adolescenti. Gli intermezzi musicali saranno a cura dell’orchestra giovanile Note Libere.

Il resto del programma è consultabile sulle pagine del sito creato appositamente www.lasettimanadelcassini.com.

Nel video servizio a inizio articolo le interviste con Silvana Ormea, Claudio Valleggi e Lorenzo Ardizio.

Articolo precedenteRinnovati i vertici della Filcams-Cgil di Imperia
Articolo successivoCovid, il camper vaccinale dell’Asl1 in tour nel Golfo dianese dal 24 settembre