video

Gas spalancato, come si usa dire in gergo motoristico, e via verso la terza Dakar di carriera. Maurizio Gerini, pilota di Chiusanico, è arrivato in Arabia Saudita dove, insieme al suo team, sta mettendo a punto le ultime modifiche sulla moto. Domenica sarà ai nastri di partenza di Jeddah per questa sua nuova, grande avventura.

12 tappe nel deserto fino all’arrivo di Qiddiyah. 5000 km di gara tutti da vivere, 7800 in totale considerati i trasferimenti. Da tenere d’occhio la Ha’il – Ryadh con 477 km di speciale e la Haradh – Shubaytah di 534.

Gerini sarà ancora una volta portacolori del Team Solarys di Castiglion Fiorentino, paese natio dell’indimenticato Fabrizio Meoni. Dopo il 22esimo posto del 2018, e la straordinaria quattordicesima piazza di un anno fa, ‘Gerry’ punta a fare ancora meglio confermandosi, nel contempo, padrone della speciale classifica Marathon già portata a casa nelle due partecipazioni precedenti.

Ad accompagnarlo in Arabia Saudita, per la prima volta terra del rally raid più amato al mondo, l’inseparabile Husqvarna 450 Rally con i consueti colori: bianco, blu e giallo marchiati dal classico numero 42.