video

È stato annunciato ieri dal premier Mario Draghi il nuovo piano di riaperture del Governo. Un percorso a tappe che prenderà il via il 26 aprile con il ritorno delle zone gialle, abolite un paio di mesi fa.

Per quanto riguarda gli eventi, dal 1 luglio saranno possibili fiere, manifestazioni ed eventi fieristici correlati.

“Stiamo lavorando alla programmazione – spiega il sindaco di Diano Marina, Giacomo Chiappori, che alla luce delle ultime novità annuncia il calendario delle manifestazioni 2021, a partire da Aromatica, il festival dedicato alle erbe aromatiche, ai prodotti tipici e alle eccellenze dell’agroalimentare e dell’enogastronomia.

Inizialmente programmata a maggio, Aromatica potrebbe slittare a settembre: “Ora il tempo stringe – dichiara Chiappori – farla partire sarà difficile. Lunedì avremo un incontro in Regione e decideremo il da farsi. Potremmo fare una pre-apertura a maggio per poi spostarla a settembre, ma è ancora tutto in forse.

Ho vietato le sagre, per evitare gli assembramenti, quindi la stagione si farà con gli eventi programmati da tempo, quali Folk in Diano e l’Estate Musicale Dianese Festival, giunta quest’anno alla sua decima edizione. A chiudere la stagione ci sarà poi il Windfestival: queste sono le manifestazioni più importanti.

In questo modo – aggiunge Chiappori – dove non sai mai se si apre e come, certe volte mi viene il dubbio che forse un po’ di soldini andrebbero spesi diversamente, però la verità è anche quella che i turisti vengono e bisogna intrattenerli per fidelizzarli alla città, come abbiamo fatto in questi dieci anni della mia amministrazione”.

Articolo precedentePolitiche sociali, erogato per il 2021 contributo di solidarietà: 15,5 milioni per residenzialità di disabili e malati psichiatrici
Articolo successivoCovid, Toti: “Attive 37 squadre per la vaccinazione a domicilio in Liguria da settimana prossima”