Ponte Morandi

A distanza di due settimane dal tragico crollo del Ponte Morandi a Genova, il sistema bancario si è attivato al fine di sostenere tutti i cittadini rimasti colpiti dal dramma e in particolare coloro che da un giorno all’altro hanno visto togliersi la loro casa.

L’Abi, Associazione Bancaria Italiana, ha deciso di sospendere il rimborso dei mutui nella zona rossa collegati al tragico evento del ponte di Genova, fino al perdurare dello stato di emergenza. A renderlo noto è una comunicazione ufficiale del Direttore generale dell’Abi, Giovanni Sabatini.

La decisione è stata presa anche in via autonoma da alcune banche, attraverso un’ ordinanza della Protezione civile del 20 agosto. Questo rende effettivo l’accordo stipulato nel 2015 tra l’Abi, le Associazioni dei consumatori e la Protezione civile per far fronte tempestivamente ad eventi calamitosi.

“Le banche possono valutare l’adozione di ulteriori misure per venire incontro alle esigenze dei cittadini colpiti dal drammatico evento“, aggiunge Sabatini.

Articolo precedenteCorsa della “Diagonale”, raccolti oltre 6mila Euro a favore di Sara
Articolo successivoFine estate, ecco come sono andate le vacanze dei turisti in Riviera