L’Assessore regionale al lavoro, trasporti e turismo Giovanni Berrino rassicura lavoratori e viaggiatori privati dopo l’episodio del crollo del ponte Morandi: “La regione è perfettamente raggiungibile, ma bisogna mettere in conto un allungamento di una settantina di chilometri circa e mezz’ora di coda per riuscire a entrare a Genova. Le riviere sono raggiungibili tramite le autostrade come sempre“.

Maggiore il disagio per il traffico merci, ma ci sono soluzioni attualmente in analisi per consentire il passaggio delle merci da e per il porto di Genova attraverso le aree dell’ILVA.

L’assessore premia la dignità e la disciplina di coloro che sono rimasti affetti dal tragico episodio e alla solidarietà esemplare dei cittadini della regione.

Il disastro del ponte Morandi sottolinea la cronicità delle problematiche legate alle infrastrutture liguri. L’Assessore preme sull’importanza delle grandi opere in corso, fiducioso nei benefici che tali lavori porteranno per le imprese e soprattutto i cittadini.