video

Cristian Quesada, esponente locale del PD e consigliere comunale sui banchi dell’opposizione a Vallecrosia, giudica senza infamia e senza lode l’operato dell’amministrazione cittadina guidata dal sindaco Biasi.

“Per onestà intellettuale mi sembra di intravvedere un’inversione di tendenza rispetto al recente passato anche se credo ciò sia dovuto al cambiamento dei tempi e all’accadere delle varie situazioni contingenti”.

“Intendo dire che l’attuale amministrazione, in carica da un anno e mezzo e dunque non ancora completamente giudicabile, ha avuto la possibilità di accedere a maggiori risorse rispetto al passato, potendo così intervenire su quella che era da tutti considerata la priorità di Vallecrosia: l’ordinaria manutenzione”.

“Sul dove intervenire prima ci sono le differenze che ci dividono, però a volte abbiamo trovato anche scelte condivisibili che ci fanno pensare ‘diamo tempo al tempo’. Quello che secondo noi è mancato, e che invece speravamo accadesse, è vedere segnali importanti di un vero cambiamento della nostra cittadina, un bel colpo di reni per una visione positiva del futuro di Vallecrosia, rimasta ferma al palo da qualche anno”.

A primavera ci saranno le elezioni regionali. Il centrodestra conferma Toti. Il Pd? “La rifondazione di Forza Italia ha messo in discussione la possibile ricandidatura di Toti – dice Quesada. Questo per come Toti ha lasciato il partito creando delle evidenti tensioni. Gli esponenti locali di FI hanno detto chiaramente che la decisione spetta a Berlusconi.”

Il giorno seguente, durante una riunione di maggioranza alla presenza dei segretari politici dei partiti di centrodestra, compreso FI, è stata ribadito l’appoggio alla candidatura di Toti.

“Da parte nostra – prosegue Quesada – capisco che la nuova alleanza di Governo sia oggetto di dibattito in occasione delle regionali.”

“C’è al momento un dibattito interno al centrosinistra ligure e ai 5 Stelle per decidere se portare avanti questa alleanza che stando ai sondaggi riportati su alcuni giornali sarebbe a un solo punto di distanza dal centrodestra. Ma al di là delle alleanze il centrodestra dovrà concentrarsi su quelle che sono le mancanze di questa Giunta regionale in alcuni settori strategici: agricoltura e sanità in primis.”

Dopo aver fatto un bilancio dell’operato della Giunta Toti, Quesada conclude la video-intervista dichiarando: “A breve comunicheremo il nome del nostro candidato alla Regione tenendo presenti i punti fermi del Pd che sono il voto di genere con la doppia preferenza uomo-donna e l’eliminazione del listino a vantaggio della rappresentanza territoriale dei candidati”.