carcere imperia

“Balzo in avanti del numero dei detenuti e dei poliziotti positivi al Covid nelle carceri liguri, con 25 detenuti e 57 poliziotti positivi: Marassi (28 poliziotti e 22 detenuti) Sanremo (9 poliziotti) Genova Pontedecimo (12 poliziotti) La Spezia (8 poliziotti e 2 detenuti) Imperia (1 detenuto)”. Lo dichiara Fabio Pagani, Segretario Regionale della UILPA Polizia Penitenziaria.

“Sia chiaro – precisa – che la situazione è comunque gravissima e che, purtroppo, l’approccio del Governo al problema continua a essere del tutto inefficace e inadeguato. Forse possiamo ritenerci fortunati, bravi, in quanto a fronte di focolai di vastissime proporzioni, come a Verona (143 detenuti positivi), a Torino (119 detenuti positivi), ad Asti (109 detenuti positivi), a Prato (107 detenuti positivi), a Milano Opera (95 detenuti positivi), a Napoli Poggioreale (93 detenuti positivi), a Firenze Sollicciano (67 detenuti positivi), a Milano San Vittore (66 detenuti positivi), a Santa Maria Capua Vetere (51 detenuti positivi), a Taranto (44 detenuti positivi), etc., cercare di contrastare il virus e le sue nuove varianti con un protocollo di sicurezza sanitario dell’ottobre 2020 e con 6.000 (leggasi seimila per tutte le carceri d’Italia!) mascherine FFP2 è velleitario, pericoloso e persino sconsiderato”.

“Rinnoviamo pertanto l’appello a rivedere il protocollo di sicurezza e a dotare detenuti e operatori di un numero sufficiente di mascherine FFP2, che – conclude Pagani – devono essere rese obbligatorie”.

Articolo precedenteOrientamenti 2022, Toti: “Dal ‘react’ al ‘care’ per prenderci cura dei nostri ragazzi e dei loro talenti”. Al via il 31 gennaio a Sanremo “Orienta Tour”
Articolo successivoA due passi dal confine, il borgo di Fanghetto