minuto silenzio comune imperia

L’Amministrazione Comunale di Imperia ha deliberato il varo di ulteriori misure di solidarietà alimentare a favore di tutti i Cittadini residenti che versino in una situazione di sopravvenuta difficoltà economica a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Le somme messe a disposizione ammontano a circa 230 mila euro, sulla base delle risorse stanziate dal Capo Dipartimento nazionale della Protezione Civile. Per ciascun nucleo familiare sarà garantita l’erogazione di una somma minima di 100 euro, fino a un massimo di 250 euro.

I Cittadini interessati dovranno presentare domanda utilizzando esclusivamente il modello scaricabile online sul sito istituzionale della Città di Imperia.

Le domande dovranno pervenire dal giorno 21 dicembre fino al giorno 31 dicembre 2020, a mano all’Ufficio protocollo o tramite posta certificata all’indirizzo [email protected].

Verificata la regolarità delle domande pervenute, si provvederà, tramite accredito bancario o per cassa, all’assegnazione del contributo agli aventi diritto entro e non oltre il 15 febbraio 2021.

L’Amministrazione Comunale ha inoltre destinato 20 mila euro per sostenere le realtà del volontariato impegnate in attività di solidarietà alimentare ai cittadini in difficoltà.

“Imperia, già nella prima fase dell’emergenza, ha saputo rispondere con efficacia alle difficoltà sociali crescenti a causa della pandemia. Tra marzo e aprile abbiamo dato, in contanti, contributi per quasi 300 mila euro a più di 1.200 famiglie. In questi giorni sono in distribuzione 600 pacchi con beni di prima necessità alle persone che più stanno soffrendo economicamente. Con questa ulteriore misura diamo un altro piccolo ma importante sostegno a chi ne ha bisogno”, commenta il sindaco Claudio Scajola.

“Il Settore dei Servizi Sociali ha dimostrato, ancora di più in questa fase emergenziale, la propria professionalità nel dare risposte ai cittadini in difficoltà. Con questa delibera andiamo incontro a chi solitamente non è all’interno del circuito dell’assistenza comunale ma che si è ritrovato in una situazione di crisi economica a causa della pandemia. L’obiettivo è che nessuno si senta abbandonato e non considerato”, dichiara l’assessore Luca Volpe.