Cosio d’Arroscia diventa museo a cielo aperto. Gli abitanti del caratteristico paese della valle Arroscia hanno infatti allestito un’esposizione di oggetti e rappresentazioni tipiche in angoli, carruggi e balconi del bel borgo.

Un palliativo per la mancanza di eventi. Un invito semplice, ma efficace a visitare il paese per scoprirne storia e tradizioni direttamente tra le sue vie. Particolarità del fatto è che sia partito dall’estro, dalla fantasia e dall’amore per il luogo di chi vi risiede.

A spiegarlo a Riviera Time è il sindaco Mauro Parodi: “Le persone hanno fatto tutto ciò di propria volontà. Per questa ragione li ringrazio di cuore per aver impiegato tempo e passione. In questo modo, in un’estate pressoché priva di eventi, si ha una ragione in più per venire a Cosio d’Arroscia a fare un giro. Si tratta di manufatti, di cose semplici che raccontano persone, momenti e costumi del nostro paese. Come Comune cercheremo di mettere delle didascalie in modo che tutti possano comprendere”.

Articolo precedenteSan Bartolomeo al Mare, il 30 luglio il Consiglio comunale: i punti all’ordine del giorno
Articolo successivoCovid, accordo tra Liguria e Lombardia sulla reciprocità vaccinale per i turisti