E’ iniziato il conto alla rovescia per uno degli appuntamenti di maggior richiamo tra le manifestazioni estive 2017 del Comune di Bordighera. L’associazione culturale musicale “Aspettando Godot”, con la collaborazione del Comune di Bordighera, il contributo Siae, il patrocinio di Regione Liguria e Provincia di Imperia, presenta la quarta edizione della Rassegna “d’Autore e d’Amore”.

Nato con lo scopo di tutelare, proteggere e diffondere il patrimonio musicale della Storica Canzone d’Autore e Progressive, l’evento vedrà la partecipazione di importanti artisti, tra cui Angelo Branduardi e si svolgerà il 3-5 e 6 Agosto nella suggestiva location dei Giardini Lowe.

La Rassegna si aprirà con l’intervento di Tito Schipa Jr nella serata “Bordighera in Progressive”. Autore della leggendaria Opera Rock “Orfeo 9”, incentrerà buona parte del concerto su Bob Dylan, di cui è il più importante traduttore italiano. Altri ospiti della serata saranno i Delirium, band del Progressive Italiano e Alter Echo String Quartet, quartetto d’archi al femminile.

Sabato 5 Agosto i Musici di Franscesco Guccini e i Musicisti di Claudio Lolli interpreteranno le più belle canzoni dei due artisti. Proprio Claudio Lolli si è recentemente aggiudicato con il brano “Il Grande Freddo” la Targa Tenco 2017. Si esibirà poi Michele Gazich, anch’esso tra i finalisti della Targa Tenco 2017, accompagnato alla chitarra acustica da Marco Lamberti.

La manifestazione si conclude il 6 agosto con il grande nome di Angelo Branduardi che duetterà con Maurizio Fabrizio, importante compositore e arrangiatore di interpreti della musica leggera italiana. Proprio per questa serata è previsto un grande afflusso di pubblico, anche dalla Francia, dove il cantante gode di grande popolarità. Altro ospite d’onore sarà il cantautore Renzo Zenobi che, oltre ad aver scritto molti brani in collaborazione con importanti artisti della musica italiana come Lucio Dalla, suonò le parti di chitarra acustica nel grande successo Rimmel, di Francesco De Gregori.

Per l’occasione è stata organizzata anche una mostra fotografica su Angelo Branduardi. La mostra, curata da Adolfo Ranise, sarà aperta dopo le ore 20:00 del 6 agosto.

L’associazione “Aspettando Godot” ha voluto che l’accesso ai concerti fosse alla portata di tutti e perciò il costo dei biglietti sarà davvero minimo ed estremamente popolare.

Articolo precedenteL’Italia vince la ‘battaglia del gambero rosso’, assolto pescatore sanremese
Articolo successivo2002 – Oltre 450 atleti al Memorial Marco Gavino