Consegna in bicicletta delle Bandiere Blu agli stabilimenti balneari di Sanremo: "Diamo un esempio green"

L’anno scorso la consegna delle Bandiere Blu 2019 fu uno dei primi eventi pubblici della rinnovata amministrazione Biancheri. Quest’anno per esigenze di protezione e di distanziamento la consegna dei pregiati vessilli, non potendosi tenere in uno spazio chiuso si è svolta direttamente in prossimità delle spiagge, ai rappresentanti degli stabilimenti balneari sanremesi da parte di una corposa delegazione di Palazzo Bellevue. Una consegna anche dai risvolti ‘green’.

Guidato dagli assessori Lucia Artusi, Silvana Ormea e Mauro Menozzi, il gruppetto in sella a bici elettriche addobbate con fiori si è ritrovato nei pressi della vecchia stazione ferroviaria e percorrendo la pista ciclabile ha raggiunto gli arenili a ponente di Sanremo dove gestori e bagnini degli stabilimenti di quella zona sono andati a ricevere la Bandiera Blu.

Seconda tappa a ridosso della zona dell’Imperatrice e a seguire quelli che insistono davanti al Lungomare Calvino. Quindi sosta obbligata nella zona dei Tre Ponti dove ci sono le spiagge, o quel che ne resta dopo le mareggiate e l’erosione marina, più amate dai matuziani. Il tour ecologico si è poi concluso intorno alle 19 sull’arenile di Bussana, frazione dell’estremo levante al confine con Arma di Taggia.

In totale sono state una trentina le Bandiere Blu consegnate ad altrettanti stabilimenti balneari: gestori e rappresentanti di spiagge private e libere attrezzate hanno ringraziato per il riconoscimento ma non hanno mancato di chiedere aiuti all’amministrazione pubblica, in particolare per la creazione di barriere soffolte che possano proteggere gli arenili dalle bizze del meteo che si manifestano anche in piena stagione.

Le interviste all’assessore Artusi e ad Angelo Bonasi dei bagni Levi Beach sono visibili nel video-servizio a inizio articolo.