[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/242919264″]Dopo il post su Facebook del sindaco Carlo Capacci, nel quale punta il dito contro i comuni di Sanremo, Taggia e la Provincia sulle difficoltà di Rivieracqua, non si fa attendere la reazione del sindaco di Taggia, Mario Conio.

“Mi ha lasciato sorpreso questa iniziativa di Capacci- replica Conio – penso che non sia il momento delle polemiche, ma un momento di confronto comune.”

Rivieracqua – continua Conio- è una scelta obbligata. Versa in gravi difficoltà, ma dico con gran soddisfazione che Taggia il suo percorso di conferimento l’ha praticamente completato perché dal settembre 2016 Taggia ha dato il suo acquedotto, le sue fognature, i suoi dipendenti e i suoi pozzi pozzi per un servizio in attivo per circa 100 mila euro all’anno. Siamo in attesa di conferire il nostro ramo d’azienda Secom, legato alla depurazione, ma lo faremo solo quando Rivieracqua avrà assolto ai compiti che abbiamo richiesto.”

Se Capacci ha un ‘piano b’ ce lo spieghi nelle sedi opportune,” conclude Conio.

Articolo precedentePireri a Riviera Time: “Accoglienza migranti, no ai centri numerosi”
Articolo successivoDiano Gorleri, luogo ameno alle spalle di Capo Berta