“Stiamo lavorando da tempo, in sinergia con le altre regioni, affinché il Governo dia una risposta certa e si adoperi con la Commissione Europea per tutelare i diritti delle tante imprese balneari presenti su tutto il territorio nazionale”. Così l’Assessore regionale all’Urbanistica e Demanio Marittimo Marco Scajola è intervenuto ieri all’incontro in videoconferenza organizzato dalla Confartigianato di Imperia e dedicato a tutti i concessionari degli stabilimenti balneari.

“Da sempre, specialmente in questo momento di totale incertezza, siamo vicini al comparto balneare, che rappresenta un settore importantissimo per un territorio come il nostro – dicono dalla Confartigianato – È necessario ora capire il futuro di quelle imprese che, confidando nella proroga, hanno fatto cospicui investimenti. Per questo abbiamo organizzato questo incontro che ha avuto come tema principale le problematiche derivanti dall’avvio da parte della Commissione Europea della procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia: con la quale viene contestata l’incompatibilità della proroga automatica delle concessioni demaniali marittime del settore turistico balneare fino al 2033 prevista dalla L. 145/2018 con il diritto europeo”. In video collegamento erano presenti, oltre a Davide Berardi presidente dei balneari di Confartigianato Imperia, numerose imprese del settore di tutto il ponente ligure.

L’assessore Marco Scajola ha così avuto modo di incontrare, seppur virtualmente, le aziende del comparto, illustrando le azioni intraprese. “Abbiamo chiesto risposte, che ad oggi non sono ancora arrivate e che diano certezze agli operatori del settore in merito all’estensione automatica delle concessioni demaniali previste dalla Legge 145 del 2018 – ha dichiarato Scajola – Legge che noi riteniamo assolutamente valida. Come regioni abbiamo più volte fatto la nostra parte, il Governo adesso faccia la sua!”.

Per ulteriori informazioni le aziende balneari possono rivolgersi alla Confartigianato scrivendo una mail all’indirizzo [email protected] oppure telefonando al numero 0184/524524.