olive

I problemi del comparto olivicolo, l’analisi sul raccolto negli ultimi 5 anni di cui solo 2 produttivi e le proposte tecniche: questi i contenuti principali dell’incontro che Coldiretti Imperia e Savona ha organizzato con i gruppi olivicoli a cui ha preso parte Giovanni Minuto, ricercatore e direttore del CERSAA (Centro di Sperimentazione ed Assistenza Agricola), azienda speciale della CCIAA Riviere di Liguria.

“Un incontro importante durante il quale abbiamo presentato i punti principali per il rilancio dell’olivicoltura ligure – commentano il Presidente di Coldiretti Imperia Gianluca Boeri e il Direttore Provinciale Domenico Pautasso insieme al Presidente di Coldiretti Savona Marcello Grenna e il Direttore Provinciale Antonio Ciotta. – Sicuramente è importante analizzare e studiare le cause di fenomeni estremi che hanno causato il mancato raccolto, oltre a selezionare, potenziare e aggregare tutte le migliori attivitĂ  tecniche di monitoraggio, formando le imprese olivicole al cosiddetto “monitoraggio partecipato”, per capire quali sono le strade di difesa da intraprendere”.

“Come è opportuna un’azione congiunta – spiegano – con altre Regioni, con le Organizzazioni agricole, con il Consorzio dell’Olio DOP Riviera Ligure, con i Centri di Saggio presenti sul territorio per mettere in atto tutte le iniziative tecnico-amministrative necessarie e adottare nuovi mezzi di difesa dalle patologie che colpiscono le piante, oltre a strumenti innovativi per la distribuzione dei prodotti fitosanitari”.

“Infine – concludono – vanno programmati specifici interventi tecnico-finanziari a supporto dell’olivicoltura attiva investendo nella realizzazione di impianti di irrigazione di soccorso e di invasi per la raccolta delle acque piovane o superficiali, nella manutenzione dei terrazzamenti, nella formazione degli olivicoltori così come vanno recuperati gli oliveti abbandonati o in via di abbandono, attraverso interventi con finalitĂ  sia agricole che ambientali, al fine di contribuire sia alla difesa del territorio e del suo valore culturale e turistico, sia di favorire il ricambio generazionale”.

Articolo precedenteDiano Marina, il neo assessore Luca Spandre annuncia il ritiro come presidente della squadra Golfo Dianese 1923
Articolo successivoSanremo, Fratelli d’Italia presenta un odg contro i totalitarismi