parrucchiere

La CNA della Provincia di Imperia ha chiesto ed ottenuto dal Comune di Ventimiglia di tenere aperte le attività del settore benessere anche durante la Festa dei Lavoratori del prossimo Primo Maggio.

Una richiesta presentata in considerazione del lungo periodo di inattività dovuto all’emergenza sanitaria ed alla conseguente crisi economica subita dagli operatori del settore servizi alla persona (acconciatori, estetiste): così il Sindaco di Ventimiglia ha accolto l’istanza e firmato un’apposita ordinanza che dispone la possibilità di apertura nella giornata del Primo Maggio, in deroga al Regolamento per la Disciplina degli orari di apertura ed i turni di chiusura delle attività economiche cittadine, che ne avrebbe prevista la chiusura obbligatoria.

«La richiesta di poter rimanere aperti il Primo Maggio è stata fatta in via straordinaria quest’anno, vista la situazione in cui ci troviamo e si tratta ovviamente di un’apertura facoltativa», afferma il Segretario territoriale CNA Imperia, Luciano Vazzano.

«Vi sono molte attività del settore benessere che in questo momento si trovano in forte difficoltà. Conosciamo bene la natura di questa giornata, ma le imprese sono rimaste chiuse a lungo, compreso il periodo di maggior lavoro delle festività pasquali, per cui ogni goccia può salvare loro la vita. Ringraziamo dunque il Sindaco Gaetano Scullino e l’Amministrazione comunale per aver accolto con solerzia la nostra istanza, dimostrando grande attenzione nei confronti delle esigenze rappresentate», conclude Vazzano.

Articolo precedenteRecovery: fondi stanziati per la salvaguardia del paesaggio rurale spingono a riscoprire i piccoli borghi
Articolo successivoDopo quindici anni, oggi sciopero degli assicuratori. Francesco Morabito: “Il vaso è colmo, basta complicarci la vita con altra burocrazia”