“Si manterrà un presidio scolastico nel centro storico”. Questa la dichiarazione del sindaco Enrico Ioculano che ha ricevuto genitori e insegnanti per rassicurare sulla volontà dell’Amministrazione Comunale. “In merito alle scuole di Via Lascaris occorre sottolineare l’impegno costante che l’Amministrazione che rappresento ha rivolto verso questo istituto scolastico, quale presidio di cultura, legalità, valore sociale ed educazione”.

“In questi anni, insieme alla dirigenza scolastica, abbiamo perseguito uno scopo comune: potenziare le iscrizioni alla scuola Cavour”, ricorda il primo cittadino. “Ed anche per questo motivo ho subito risposto positivamente alla richiesta di un pulmino che collegasse il Centro Storico con le adiacenti frazioni, per favorire l’appetibilità della struttura e una sua maggiore frequentazione”.

Ioculano ribadisce “la volontà assoluta e l’impegno di mantenere un presidio scolastico a Ventimiglia Alta” e ricorda i motivi che hanno portato alla chiusura del plesso Cavour. “A fine dicembre, a seguito della partecipazione del Comune al Bando per la sicurezza degli edifici scolastici (di cui siamo risultati vincitori) abbiamo iniziato una serie di pratiche per ottenere i fondi; durante il necessario processo conoscitivo del plesso Cavour, alla conclusione dell’indagine si è evidenziata la necessità di chiudere l’edificio scolastico per un rischio legato ai solai”.

“Pur non trattandosi di un pericolo incombente, si rende necessario il trasferimento degli alunni per tutelarne la sicurezza – che avverrà entro la fine del mese di febbraio – per le primarie su via Veneto e per le scuole medie a Roverino”, aggiunge il sindaco. “Gli uffici sono al lavoro per garantire il servizio di trasporto e mensa al fine di limitare ogni possibile disagio che il trasferimento della scuola rappresenta per alunni e genitori. Abbiamo dato disposizione alla ripartizione tecnica di incaricare un soggetto per la redazione del progetto di fattibilità di costruzione di un nuovo edificio scolastico, da confrontare con il progetto di riqualificazione dell’immobile attuale”.

“Invitiamo tutti ad evitare di seguire chi fomenta polemiche e fa speculazioni e a non dare credito a voci infondate che creano solo caos e non contribuiscono alla serenità di famiglie e bambini. Come dimostrato – conclude Ioculano -, sono sempre a disposizione dei cittadini per chiarire ogni questione e dialogare con loro”.