La Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo a Vallebona sorge sul luogo dove anticamente si trovava un sito di culto pagano, in cui l’antica trubù degli Intimilii adorava la dea Diana.

La Valle buona, antico nome di Vallebona, con l’avvento romano diviene periferia del municipio romanico ventimigliese, dove molte famiglie di pastori, agricoltori e cacciatori dimorano in località sparse dando origine ai primi “pagus”. Verso l’anno mille i discendenti di quelle famiglie, aiutati dai frati Benedettini, in quel luogo pagano innalzano una piccola Chiesa intitolata a San Lorenzo Martire.

Nell’anno 1460 il prete della Valle, con l’aiuto del Popolo vallebonese, all’epoca già numeroso, amplia e restaura l’antica Chiesa, dando alla base la forma rettangolare come vuole lo stile romanico. La Chiesa viene consacrata il giorno 17 maggio dell’anno 1705 dal Vescovo barnabita Mons. Ambrogio Spinola.

Nell’anno 1720 la Chiesa viene riedificata, rimodernata e portata nella struttura, in stile barocco, come la vediamo oggi, anche se le stuccature e le rifiniture interne sono eseguite nel tempo ed ultimate nel 1880.