video

Risalendo brevemente la val Prino si raggiunge Piani, frazione di Imperia. Siamo qui per visitare uno splendido monumento che svetta nella bassa vallata: il Santuario di Nostra Signora Assunta. Luogo religioso popolarissimo nei secoli passati, pieve battesimale della comunitĂ  limitrofa e nel ‘300 sede dei Cavalieri di San Giovanni d’Acri; il Santuario dalla ricca si mostra oggi nella sua candida veste barocca.

L’interno viene dolcemente carezzato dai raggi del sole: di particolare interesse la statua lignea della Madonna, di provenienza iberica, ubicata nel terzo altare a destra, ornata da una pala d’altare. L’aspetto odierno è dovuto a modifiche avvenute nel 1500 e nel 1700, ma la pieve ha origini ben piĂš antiche.

Questa è la caratteristica che ci ha spinti a curiosare nell’edificio: una piccola apertura, sfuggente a chi poco attento, rivela un ambiente estraneo al resto della chiesa. Varcato l’antro ci si ritrova catapultati in un’epoca precedente, in un mondo medievale che rispecchia le antiche sembianze del Santuario.

Architetture romaniche ornano questa colorata capsula del tempo, affrescata da pregiate opere del piemontese Tomaso Biazaci del 1488. Tracce del passato che già erano intuibili dall’esterno dove la sovrapposizione degli stili impreziosisce questo splendido monumento del Ponente ligure.

Un altro tesoro nascosto che merita di certo una visita, anche solo per poter dire di aver, in pochi passi, viaggiato nel tempo.

Articolo precedenteCovid, Toti: “Siamo al 90% di somministrazioni vaccini su consegnati, arriveremo a 95%. Chieste modifiche a governo su posticipo orario coprifuoco”
Articolo successivoCovid, scuole: due nuovi positivi nell’imperiese