Dopo l’esperienza amministrativa a Camporosso, Gabriele Chiappori ha deciso di candidarsi a Ventimiglia, nella lista del Partito Democratico, alle prossime amministrative del 26 maggio.

“In accordo con il sindaco di Camporosso, Davide Gibelli, unico candidato alle prossime comunali, ho deciso di dare un appoggio a Enrico Ioculano. Quella che ha davanti il sindaco uscente è sicuramente una sfida complicata. Credo sia fondamentale far capire alla città la bontà del lavoro svolto in questi cinque anni,” spiega Chiappori.

“Bisogna portare avanti una politica seria. Con gli slogan e le manie della politica che ha caratterizzato il Ponente ligure per un trentennio non si va da nessuna parte. Enrico mantiene sempre toni misurati, ma i fatti parlano per lui. Questo è stato un quinquennio di ripartenza,” aggiunge.

La sua candidatura è simbolo di come sempre di più bisogna ampliare la collaborazione tra Comuni limitrofi pensando al territorio intemelio come un tutt’uno.

“Una collaborazione già iniziata ad esempio con il progetto della passerella ciclopedonale sul Nervia e della pista ciclabile, che ha visto collaborare Ventimiglia e Camporosso in maniera molto proficua. Facendo sistema con i Comuni limitrofi possiamo proporci in maniera più completa e convincente, anche dal punto di vista turistico, per far conoscere il nostro territorio, che deve diventare una scelta di primo livello”.

L’appuntamento alle urne si avvicina a passo spedito. Quali sono le aspettative e le speranze del candidato Chiappori: “La città non deve guardare indietro e deve seguire la strada intrapresa. I progetti portati avanti in questi anni svilupperanno nei prossimi la possibilità di avere risorse per mettere mano alle tante problematiche di un territorio molto vasto come quello di Ventimiglia. Noi siamo per proseguire questi progetti in maniera seria, mettendo davanti a tutto il futuro della città”.