[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/204550001″]Si è svolto questa mattina nelle sede della Federazione Operaia di Sanremo un incontro aperto al pubblico e organizzato dalla CGIL Imperia.

Al centro del dibattito la sanità e la possibile privatizzazione dell’ospedale Saint Charles di Bordighera.

Un “no” secco quello del sindacato che teme la “sostituzione del pubblico con il privato” in tutta la Regione, come affermato da Igor Magni, Segretario CGIL della Liguria.

“Nelle dichiarazioni del Presidente della Liguria, Giovanni Toti, si dice che si vuole arrivare ad un 15% di privatizzazione seguendo il modello di altre regioni come l’Emilia-Romagna. In Emilia il privato è integrato nel pubblico che, però, nel frattempo è stato rinforzato con operazioni che sono partite nel 2001 e che qui non sono ancora partite,” continua Magni.

Durante l’incontro è anche intervenuto Tiziano Tomatis, Segretario provinciale CGIL-FP: “La Regione ha lasciato nel tempo che il pubblico avesse un tracollo. Oggi abbiamo una situazione nella zona Bordighera-Ventimiglia che è disastrosa. Bisogna riorganizzare il sistema, ma il privato non è la via giusta.”

Articolo precedenteIl giorno in cui dissi “mamma, papà, mettetevi comodi”
Articolo successivo1987 – A Sanremo brucia il mercato dei fiori