Si è svolta a Cervo venerdì 15 ottobre la verifica finale del progetto di restyling che riguarda il Museo etnografico del Ponente ligure, situato al castello dei Clavesana. Il progetto, finanziato con fondi del progetto europeo Gritaccess (Grande Itinerario Tirrenico Accessibile), vede come paese capofila la Francia, con la Corsica, e oltre alla Regione Liguria coinvolge Toscana e Sardegna.

Gli architetti dello studio Massardo-Ardoino, ai quali è stato affidato il restyling del Museo, sono intervenuti illustrando le novità. Come il video narrativo che accompagnerà la visita, anche i totem esplicativi evidenziano il legame della comunità cervese con la terra, il bosco, il mare e la stagionalità, elementi e risorse che il percorso etnografico racconta dal passato fino ai giorni nostri. I totem sono tridimensionali e fruibili contemporaneamente da più persone e in più lingue: italiano, francese e inglese. È stato inoltre presentato un mini cingolato che renderà il Castello accessibile a tutti, in linea con gli obiettivi del progetto. L’inaugurazione del Museo etnografico del Ponente ligure di Cervo, rinnovato grazie al progetto Gritaccess, si svolgerà nei prossimi mesi.

Articolo precedenteCovid, scuole: otto nuovi casi positivi in 24 ore nella provincia di Imperia
Articolo successivoVentimiglia candidata a Città Europea dello Sport 2023: ieri la visita della commissione di valutazione Aces Europe