[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/255360406″ videoadsurl=”https://vimeo.com/236432438″ adsurl=”http://www.rivierarecuperi.com/”]L’ospite di oggi dell’Intervista di Riviera Time è Giancarlo Ceresola, consigliere comunale di Taggia, che ha fatto il punto su questi primi mesi di lavoro. “Mi sta regalando grandissime soddisfazioni”, spiega. “Purtroppo, per motivi professionali, sono spesso fuori e non riesco a vivere questa esperienza come vorrei. Però ci sto mettendo il massimo impegno nei compiti che mi sono stati affidati e il bilancio è sicuramente positivo fino ad adesso”.

Ceresola è il rappresentante territorio delle Levà, zona che potrebbe vedere prossimamente alcune novità. “È una zona davvero vissuta e popolata. Ci siamo, dopo molti anni, presi cura di nuovo delle ex Caserme Revelli.  In Via San Francesco automobilisti e motociclisti viaggiano spesso oltre i limiti. Il sindaco mi ha garantito che presto verrà messo un dissuasore di velocità, che è un passaggio pedonale rialzato, e che insieme a questo verrà messo anche un autovelox”.

Altro tema di cui si sta occupando il consigliere è la sanità. “I rapporti con l’Asl sono stati intensificati”, sottolinea Ceresola. “Per quanto riguarda il centro prelievi e vaccinazioni, la preoccupazione maggiore è per i vaccini i dei bambini, che sarebbero stati trasferiti al Palasalute a Baragallo. Stiamo cercando di venirci incontro con l’Asl e di vedere che il servizio venga mantenuto. Anzi, cercheremo di incrementare anche i servizi base”.

Si affronta poi la questione dell’Ospedale Unico. “È stato messo nel piano socio-sanitario della Regione e abbiamo avuto dei colloqui con le dirigenze Asl”, ricorda il consigliere comunale. “Come ubicazione, noi pensiamo alla zona a Nord della stazione, per una questione di dimensioni. Un ospedale va pensato in vista dei prossimi 50-80 anni e deve avere anche lo spazio per espandersi. Con tutte le garanzie del caso che non diventi un’incompiuta, sicuramente anche noi siamo favorevoli”.