[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/202186421″ videoadsurl=”https://vimeo.com/224092271″ adsurl=”https://www.sialpieve.com/”]Lo scorso 26 Gennaio il sindaco di Imperia Carlo Capacci ha firmato l’ordinanza di proroga dell’affidamento del servizio di igiene urbana alla Teknoservice, la società che dall’estate 2015 ha sostituito la Tradeco nella raccolta dei rifiuti. Il comune ha deciso questa proroga per avere il tempo necessario a completare il progetto di raccolta differenziata porta a porta, come da indirizzo del consiglio comunale.

La decisione non è tuttavia piaciuta alle opposizioni, che hanno accusato il primo cittadino di avere le idee poco chiare. In particolare, la minoranza consigliare contesta a Capacci il non aver preso ancora una scelta precisa sul futuro affidamento del servizio, se tramite appalto o in house come avvenuto a Sanremo.

Riviera Time ha fatto il punto della situazione sentendo i due fronti opposti: il sindaco Carlo Capacci e il consigliere comunale di opposizione Giuseppe Fossati. Ma, siccome l’ultima parola spetterà ai cittadini, abbiamo chiesto anche a loro come valutano il servizio di raccolta dei rifiuti a Imperia.

Articolo precedenteBello Figo a Sanremo? La comunità web si spacca in due
Articolo successivoConti, che sorpresa! Visita agli studenti di Sanremo