Luca Lanteri è il candidato sindaco della coalizione di centrodestra a Imperia alle prossime elezioni del 10 giugno. Oggi la presentazione all’interno dell’Hotel Miramare, alla presenza dei massimi vertici regionali dei partiti della coalizione. “Ho riflettuto alcuni giorni e poi ho accettato”, ha spiegato Lanteri. “Ho dedicato molti anni della mia vita a questa città e credo di conoscerne i problemi. Ho stima di Claudio Scajola, abbiamo collaborato assieme in passato, ottenendo obiettivi importanti. Oggi però bisogna guardare al futuro e per farlo è necessario fare gioco di squadra, partendo dalla Regione”.

Presente alla conferenza stampa anche il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti. “Siamo qui per portare avanti un sistema che ha vinto a Savona, Genova e La Spezia. Vogliamo portare anche a Imperia una nuova politica, incentrata sulla squadra, sul progetto, sullo spirito di servizio, e non piegata sulle ambizioni personali di qualche persona”, ha dichiarato il governatore ligure.

“Ho la tessera di Forza Italia dal 1995 e il mio posto è qui, ma non nascondo che avrei preferito che fossimo andati tutti insieme”, ha sottolineato Marco Scajola. “Claudio Scajola è stato importante per questo territorio quando è stato ministro e credo che la sua scelta sia dettata per l’amore verso la città. Ma l’indicazione che ha dato anche il presidente Berlusconi è quello di avere un centrodestra unito”.

Nel corso della presentazione è stata ufficializzata anche la presenza del simbolo ‘Forza Imperia’. “È un simbolo pieno, non a metà”, ha affermato il coordinatore regionale di Forza Italia Sandro Biasotti. “È un simbolo ufficiale di Forza Italia. Ho parlato con il presidente Berlusconi e Forza Italia sostiene completamente la candidatura a Imperia di Luca Lanteri”.

“Lanteri è una persona stimata. Abbiamo deciso di convergere tutti su questo nome. Se qualcuno non lo gradisce, si pone da solo all’esterno del partito e della coalizione”, ha affermato Massimiliano Iacobucci, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia. “Alla fine la cosa bella è che qualcuno ha provato a dividerci e invece siamo qui tutti insieme e proveremo a governare con i voti dei cittadini imperiesi”, ha concluso Edoardo Rixi, segretario regionale della Lega.