Quella di sabato prossimo, il 27 novembre, è la data prevista per l’apertura della maggior parte degli impianti di risalita nelle stazioni sciistiche italiane. Ma a pochi giorni dall’arrivo di quella data restano alte le preoccupazioni dovute all’incremento costante dei casi di contagio da Covid.

Mentre infuria, e non solo in Italia, la battaglia tra autorità e no-vax, si fanno calcoli sui tassi d’incidenza e di positività che potrebbero portare a chiusure durante le festività natalizie in quelle regioni che potrebbero presto passare in fascia gialla o peggio arancione.

Le associazioni di categoria che si occupano del turismo invernale hanno stilato un loro protocollo che evidentemente perderà il suo valore a fronte di una malaugurata impennata dei casi, protocollo superato dalle disposizioni che il Governo deciderà tornando a colorare le regioni. In bianco o in giallo si potrà sciare, “in zona arancione e in zona rossa, qualora sia prevista l’apertura degli impianti di risalita, limitare il numero massimo di presenze giornaliere”, chiedono le Regioni tramite le linee guida presentate al Governo. Gli ultimi dati sulla quarta ondata in corso ci dicono che è in aumento l’occupazione di posti letto causa contagio in Piemonte e nella provincia autonoma di Bolzano, e crescono i ricoverati nelle intensive di Lombardia, Veneto e provincia autonoma di Trento mentre resta stabile ma comunque alta in Friuli.

Praticamente tutto l’arco alpino è coinvolto e potenzialmente a rischio limitazioni o peggio chiusure. Se il colore resterà bianco o giallo, oltre all’obbligo del green pass e della mascherina ci sarà il limite dell’80% dei posti disponibili nelle cabinovie e il rispetto del distanziamento nelle file di attesa.

Tutto ciò mentre le previsioni del tempo indicano la possibilità di nevicate da giovedì nelle zone interne della Liguria e piogge consistenti in particolare nel nostro Ponente regionale dove però la quota-neve potrebbe scendere sino al fondovalle della nostra provincia, aiutata da raffiche di vento sino a 60-70 km/h.

Articolo precedenteConcluso il comitato di sorveglianza FSE. L’UE: “Regione Liguria ha saputo reagire, avanzamento molto positivo”
Articolo successivoAurelia bis a Imperia, mozione del PD: “Riscontrate diverse problematiche del progetto. Fortemente impattante sul borgo di Oliveto”