Il Castello della Lucertola, eretto alla sommità di Apricale intorno al X secolo, fu realizzato come baluardo difensivo dai Conti di Ventimiglia. Passò successivamente a Doria di Dolceacqua e, per un brevissimo periodo, ai Grimaldi di Monaco, che lo rasero al suolo nel XVI secolo. Ricostruito con funzioni militari ridotte, venne venduto a inizio Ottocento a Stefano Cassini, che trasformo il castello in una residenza privata.

Dopo un periodo di sostanziale abbandono, venne acquistato dal Comune che lo ha trasformato nel corso degli anni nel cuore culturale del borgo. Al suo interno si trova il Museo della Storia di Apricale ed ospita numerose mostre d’arte e manifestazioni culturali. Di notevole interesse, gli spazi dedicati alla contessa Cristina Bellomo e al grande artista Lele Luzzati.