video

Anche per il Casinò di Sanremo è arrivato il giorno del green pass. Prima visibile conseguenza, l’entrata all’iconica palazzina liberty è consentita solo e soltanto dagli ingressi per accedere alle sale slot-machines, di fianco alla scalinata più fotografata della città. E il grande ingresso da Porta Teatro è utilizzabile unicamente per uscire, creando così un percorso quasi obbligato e più facilmente controllabile.

Con l’apertura delle sale slot, questa mattina gli addetti al servizio d’ordine e vigilanza insieme con i dipendenti della Casa da gioco hanno chiesto a tutti i clienti di esibire il documento che ne dimostra l’avvenuta vaccinazione o almeno la prima dose, oppure in alternativa la negatività al Covid certificata da un tampone non più vecchio di 48 ore.

“Dalla mezzanotte tra il 5 e 6 agosto ci siamo attivati per far rispettare l’entrata in vigore di questa norma per contenere il contagio”, dice Adriano Battistotti che presiede la Casinò di Sanremo spa.

“Cerchiamo di fare in modo che le operazioni di verifica del documento avvengano il più velocemente possibile e pur indirizzando tutti verso un unico ingresso, abbiamo aperto tre varchi controllati per un deflusso più agevole”.

“I clienti sinora non sono affatto sembrati infastiditi dai controlli – dice Battistotti – e a parte qualcuno che non aveva il green-pass, gli altri hanno anche apprezzato gentilezza e inflessibilità che sono visti come garanzia di sicurezza e applicazione puntuale delle norme anti contagio. Tutto ciò si aggiunge al nostro rigoroso protocollo interno che abbiamo avviato molto in anticipo e che ci consente di affermare che sinora nessuno, cliente o dipendente, si è contagiato dentro il Casinò”.

Articolo precedenteBordighera Alta: il ‘Lety Lab’ di Letizia Pignatta, dove gli oggetti prendono nuova vita
Articolo successivoVentimiglia: la Polizia di Stato ricorda il Vice Sovrintendente Diego Turra, caduto in servizio il 6 agosto 2016