Il sindacato Fisascat Cisl torna nuovamente sull’andamento del casinò di Sanremo dimostrandosi preoccupato per la presente gestione della casa da gioco da parte del consiglio di amministrazione.

In una nota stampa il sindacato denuncia: “il Cda si occupa di premiare libri piuttosto che di rilanciare la Casa da gioco. Una gestione a dir poco lacunosa e approssimativa degli appalti,” si legge nella nota.

Questa volta l’intervento della Fisascat non è diretto solo al Cda del Casinò, ma anche all’Amministrazione Comunale, alla quale chiede di assumersi le proprie responsabilità: “La nostra organizzazione – evidenzia il sindacato – ci porta a valutare inappropriato l’operato dell’assessore al turismo di una città, come Sanremo, che non ci risulta avere una vocazione culturale.”

La nota attacca l’amministrazione anche sulla gestione degli eventi al Casinò, come la perdita della tappa del World Poker Tour a causa di un ritardo nella risposta al proponente.

Insomma, l’accusa è quella di limitarsi al mero pareggio del bilancio quando il sindacato e l’intera città si aspetterebbe un vero e proprio rilancio per far tornare la casa da gioco agli ormai dimenticati splendori.