video

Dove il sindaco Biancheri, o meglio i suoi due controllori, non sono potuti entrare neppure con i carabinieri, noi abbiamo trovato il cancello spalancato e porte aperte. Abbiamo così incontrato e potuto intervistare Rosario Maniscalco, l’attuale presidente e direttore della Cooperativa Excellence e di My Home, la società privata che dal 1 settembre gestisce ed è proprietaria (senza contratto) di Casa Serena, avendola acquistata dal Comune di Sanremo con la formula di un affitto mensile per la durata di 10 anni e conguaglio alla scadenza.

Il manager più chiacchierato, venuto dal Piemonte. Da tempo lo cercavamo ed oggi lo abbiamo incontrato insieme al suo staff, la direttrice Lorella Rocco ed un membro del c.d.a. della Cooperativa, Andrea Bernini.

Da giorni di Casa Serena, dei suoi 90 ospiti, degli innumerevoli problemi, ansie, preoccupazioni, denunce, indagini (magistratura, polizia, carabinieri, Nas, Asl1, Comune, organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, dipendenti licenziati, Prefettura, ecc.) se ne stanno occupando pagine di giornali, inchieste, social, radio e tv. La situazione è pesante, ricca soprattutto di scontri, tensioni, incertezze, interrogativi e poverissima di trasparenza. Il primo ottobre dovrebbe chiudersi la triste e tragica vicenda. Il Comune, si dice, potrebbe revocare l’accordo e cercare un altro acquirente. Gli attuali gestori hanno giurato che vorrebbero restare e sanare la situazione nel migliore dei modi. A sorpresa potrebbe arrivare l’ennesimo rinvio, addirittura di 30 giorni.

Oggi, per la prima volta, coram populo, con questa intervista Riviera Time è in grado di dare volto e voce al rappresentante di My Home e della Cooperativa Excellence, Rosario Maniscalco. Guardiamo e ascoltiamo la sua “verità”.

Articolo precedenteCovid, Toti: “Al via domani la somministrazione della dose ‘booster’ di vaccino nelle Rsa, da venerdì aperte le prenotazioni per gli over 80”
Articolo successivoBorgomaro: la parrocchia installa una nuova campana in memoria di don Ambrogio Bianchi