Altra mattinata di passione lungo l’autostrada ligure A10 oggi in particolare nei pressi di Genova. Nel corso della notte erano previsti lavori di riasfaltatura ma la macchina stendi-asfalto si è rotta causando un inevitabile ritardo nelle operazioni programmate il cui termine era previsto prima dell’alba.

La conseguenza è che sono stati richiamati altri tre mezzi speciali per posizionare l’asfalto tra i caselli di Pegli e dell’uscita Aeroporto ma non hanno potuto assolutamente rispettare il cronoprogramma e l’orario previsto per liberare la carreggiata. Non solo, il macchinario rotto ha ostruito una corsia di marcia e in attesa del raffreddamento dell’asfalto steso si sono create le prime code, aumentate rapidamente con il passare dei minuti.

Nell’ingorgo ci sono finiti tutti quelli che si trovavano sull’autostrada per motivi di lavoro, appuntamenti medici, impegni ed anche alcuni assessori e consiglieri regionali che si recavano a Genova, tra i quali anche Marco Scajola e Gianni Berrino, che sono arrivati in giustificato ritardo alla prevista seduta del Consiglio regionale, iniziato tre quarti d’ora dopo l’orario fissato.

Articolo precedenteRistori alle imprese, Ioculano: “Dal Festival di Sanremo ad oggi nessuna risposta”
Articolo successivoSanremo: l’assessore Ormea a Roma in vista del centenario dalla nascita di Calvino