Farina, acqua, sale, lievito, strutto e olio d’oliva. Ingredienti semplici, per un prodotto della cucina povera ma dal sapore ricco. Stiamo parlando del canestrello di Taggia, eccellenza gastronomica dalle origini antiche.

La sua nascita è un bell’esempio dell’adagio “fare di necessità virtù”. Fu “inventato” infatti dalle massaie per utilizzare l’avanzo dell’impasto.

L’ingrediente principale del canestrello è un’altra eccellenza di Taggia: l’olio extravergine d’oliva, le cui qualità vengono esaltate all’interno di questo prodotto.