“Terra. Solchi di verità e giustizia” è stato il tema che accompagnato in tutta Italia la XXIII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, organizzata dalla rete di Libera e da Avviso Pubblico sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica: un appuntamento che ogni 21 di marzo richiama alla memoria senza alcuna distinzione tutte le vittime della violenza mafiosa, rinnovando nel loro nome l’impegno contro le mafie e la corruzione.

L’evento si è tenuto nel Comune di Camporosso all’Arena di Bigauda.

Alle ore 11, come in tutta Italia, in contemporanea con la manifestazione nazionale di Foggia e quella regionale di Sarzana, i ragazzi presenti hanno letto l’elenco dei nomi delle Vittime Innocenti delle Mafie: un elenco troppo lungo, di quasi mille nomi e cognomi, per farli vivere ancora, per non farli morire mai.

Ne abbiamo parlato con Maura Orengo, referente locale di Libera, e il sindaco di Camporosso, Davide Gibelli.