Camporosso differente, la raccolta rifiuti diventa 40

Dopo circa un anno dall’installazione il sindaco di Camporosso Davide Gibelli fa un piccolo bilancio riguardo le due isole ecologiche ad accesso controllato posizionate per servire le utenze del centro storico.

“È sicuramente un macchinario all’avanguardia che sperimentato sul campo funziona molto bene,” commenta il primo cittadino.

Ogni sacchetto ha un codice univoco ‘QR Code’ che letto dalla macchina apre lo sportello dedicato al rifiuto per il conferimento a qualsiasi orario del giorno o della notte.

“Un sistema molto più pratico per gli utenti. Il porta a porta adottato precedentemente nel centro storico comportava alcune problematiche,” spiega Gibelli.

Abbiamo completamente liberato le piazze e i vicoli dai sacchetti e i risultati della differenziata sono comunque molto buoni,” aggiunge.

A fianco delle isole ecologiche il Comune ha posizionato anche una macchina ‘multi-service’: la macchina fornisce automaticamente i sacchetti per la raccolta differenziata ai residenti, ma non si ferma solo a questo servizio.

“La macchina da degli ‘eco-punti’, dei veri e propri premi in denaro, se si conferiscono bottiglie di plastica. Vi è anche la presenza di un distributore di acqua naturale o gasata, a prezzo calmierato, e di un distributore di sapone ecologico liquido. Tutto questo per ridurre il consumo e lo spreco della plastica,” racconta il primo cittadino.

In ultimo questa macchina ‘multi-service’ è quotidianamente presieduta da un operatore che, oltre a dare informazioni ai cittadini sul funzionamento e sulla differenziata, serve come punto di raccolta di pacchi per gli acquisti online. Qui possono essere lasciati dai corrieri, stoccati e in seguito ritirati dai cittadini.