INT_palmero cri covid

“Abbiamo tutti affrontato l’emergenza Covid con grande spirito di sacrificio e nel modo migliore possibile, riuscendo a tener testa alla situazione che ci è capitata addosso in quei 3 o 4 mesi così pesanti”.

Vincenzo Palmero, referente provinciale della Croce Rossa Italiana e presidente della locale sezione di Bordighera, da 37 anni al servizio dell’associazione di volontariato, non può esimersi dal parlare della crisi sanitaria e delle prospettive future.

“Se malauguratamente dovessimo affrontare una seconda ondata epidemica – dice – ci faremo trovare preparati vista l’esperienza che abbiamo maturato sul campo dallo scorso mese di marzo”.

“Noi della CRI abbiamo dovuto affrontare un’emergenza nell’emergenza. Quella dovuta al Covid è stata supportata da tutti e noi siamo riusciti a raggiungere e trasferire malati in tutti gli ospedali che avevano disponibilità di posti, anche fuori dalla nostra provincia. L’altra emergenza invece è stata quella sociale e ci ha visti impegnati come supporto verso centinaia di famiglie in difficoltà economiche nella nostra zona. Calcoliamo di aver distribuito nell’imperiese beni di prima necessità per un importo pari a circa 200mila euro”.

Adesso si prospetta una nuova emergenza migranti sul confine a Ventimiglia.

“Sino a poco più di un mese fa – spiega Palmero – era attivo il Campo Roya gestito in maniera eccellente dal nostro Comitato regionale. Per motivi a noi sconosciuti è stata decretata la sua chiusura e così oggi la questione migranti a Ventimiglia è gestita alla giornata, solo grazie al buon cuore di qualcuno che riesce a dare un aiuto ai 150 /200 migranti calcolati presenti oggi nella città di confine”.

“Noi non possiamo esimerci da intervenire – conclude Vincenzo Palmero – se ci giungono richieste di aiuto, e continueremo a portare avanti la nostra azione umanitaria offrendo un minimo di conforto e aiuto per poter far sopravvivere queste persone, in attesa che le nazioni europee riescano a trovare un accordo dignitoso per tutti che possa risolvere questa questione”.   

L’intervista integrale a Vincenzo Palmero nel video-servizio di Riviera Time.