Il campo di concentramento di Vallecrosia

Auschwitz, Mauthausen, Buchenwald: i campi di sterminio dove morirono decine di cittadini imperiesi deportati furono quelli simbolo della follia nazista. Eppure un campo di concentramento – sebbene molto diverso da quelli tedeschi e austriaci – era presente anche nella provincia di Imperia. Era situato a Vallecrosia e fu istituito nel 1944.

Alla sua apertura, quasi tutti gli ebrei della zona erano già stati deportati e così al suo interno ne finirono solo cinque. Cinque donne, per l’esattezza. Vi furono internati invece molti avversari politici della Repubblica Sociale Italiana.

Sul campo di concentramento di Vallecrosia cadde, dopo la fine della guerra, un profondo silenzio. Della sua esistenza si è tornato a parlare soltanto nel 2003, grazie all’opera di recupero storico avvenuto a livello locale. Ancora oggi, tuttavia, soltanto in pochi ne conoscono la vicenda. Per il Giorno della Memoria Riviera Time, grazie al contributo dello storico locale Gian Paolo Lanteri, vi racconta questa triste del Ponente ligure.