video
02:51

La pieve della valle del Maro‘. Questo il titolo dello scritto pubblicato sul numero 925 di ‘Arte Cristiana’ che racconta e evidenzia le bellezze dell’abbazia di San Nazario e Celso in Borgomaro.

‘Arte Cristiana’ è una rivista mensile illustrata nata nel 1913 con lo scopo di far conoscere le più belle e preziose opere religiose. Particolarità, e in questo caso vanto, è che lo scritto ha diffusione internazionale ed è destinato alle più prestigiose biblioteche del mondo occidentale.

Una vetrina unica dunque per la pieve, ma anche per tutta la vallata che la circonda come spiegato a Riviera Time da padre Angelo membro della Comunità monastica benedettina di San Nazario e Celso:

“Una rivista internazionale che porta alla conoscenza non solo di San Nazario e Celso e della nostra comunità, ma dell’intera valle del Maro in posti impensabili nel mondo – esordisce. È esposta nelle più rinomate biblioteche del mondo e si occupa di far conoscere i gioielli dell’arte cristiana, quello che la storia ci ha consegnato come frutto del lavoro e della fede”.

In realtà l’uscita del 2021 non è un esordio per l’abbazia su ‘Arte Cristiana’, ma un ritorno dopo dodici anni: “Sì, nel 2009 la rivista aveva premiato l’inserimento della pala d’altare di San Benedetto, un ‘opera moderna, in un altare seicentesco. In quel caso fu il dottor Franco Boggero che si prese cura di far conoscere ai lettori di ‘Arte Cristiana’ questa novità. In questo secondo caso invece è stato direttamente il direttore don Umberto Bordoni a contattarci per fare un servizio più ampio sull’intero complesso dei santi Nazario e Celso”.

Nel videoservizio di Riviera Time l’intervista completa a padre Angelo e le immagini della pieve.

Articolo precedenteIniziativa di Confcommercio Diano Marina: alberi di Natale per addobbare la città durante le festività, che in seguito riporteranno il verde in zone colpite da incendi boschivi
Articolo successivoCamporosso: intitolata una via ai due Carabinieri caduti 95 anni fa