250920 Trucchi su disagio giovanile bordighera

Calci alle porte della stazione ferroviaria, distruzione di uno scooter, risse, il tutto in evidente stato di ubriachezza. Questo ciò che avrebbero fatto diversi gruppi di giovani nella, turbolenta, notte di sabato a Bordighera.

Uno sfociare di violenza che non si verifica per la prima volta nella città delle palme ed è così stato commentato ai nostri microfoni dal consigliere di ‘Semplicemente BordigheraGiuseppe Trucchi.

“Stiamo parlando di un episodio che si è verificato sabato ed è di una gravità notevole. Ha portato a Bordighera disordini che hanno riguardato alcune centinaia di ragazzini e hanno addirittura obbligato le forze dell’ordine a chiamare rinforzi da Ventimiglia perché la situazione poteva degenerare.

Questa vicenda è il culmine di tutta una serie di fatti che si sono verificati durante il corso dell’estate – spiega Trucchi. Senza polemiche abbiamo ritenuto di proporre una mozione per il prossimo Consiglio comunale che impegni l’amministrazione, con la collaborazione di tutti, a svolgere due linee di attività. Una preventiva, con una concertazione di sindaci del ponente dato che il problema non riguarda strettamente soltanto Bordighera, per cercare di mettere in atto politiche giovanili nel campo dello sport, dell’aggregazione e della scuola. Per dar modo di portare via, almeno alcuni ragazzi, da questa degenerazione di comportamenti.

Insieme a questo logicamente bisogna mettere in atto un’attività repressiva più efficace. Chiediamo che il sindaco si faccia parte attiva, con il Prefetto, per avviare un qualcosa di repressivo, ma continuativo. Non è più possibile che il sabato notte Bordighera diventi campo di battaglia”.