Bordighera, un anno di amministrazione Ingenito. Pallanca:

È stato ospite negli studi di Riviera Time Giacomo Pallanca, consigliere di opposizione ed ex sindaco di Bordighera.

Nell’intervista ha tracciato un bilancio dell’amministrazione Ingenito dopo circa quattordici mesi dall’insediamento. Primo argomento di discussione è stato il recente episodio legato al post pubblicato dal vicesindaco Mauro Bozzarelli riguardante la recente crisi di governo, parole forti che non sono passate inosservate agli occhi dell’opposizione. La minoranza ha infatti protocollato in Comune una mozione di sfiducia a Bozzarelli con richiesta di dimissioni: “Secondo noi le sue dichiarazioni hanno una duplice gravità: in primo luogo perché visto il suo ruolo istituzionale dovrebbe pesare di più le parole e poi perché il vicesindaco è sottufficiale della Guardia di Finanza da più di vent’anni e dovrebbe conoscere le istituzioni alle quali si riferisce. Ha giurato fedeltà alla Repubblica e al Presidente e una dichiarazione del genere lo mette in dubbio, questo è un atto grave. Oggi è chiaro, su Facebook si legge di tutto, ma noi che rappresentiamo le istituzioni dobbiamo fare molta attenzione a quello che diciamo perché ha un peso diverso”.

Qualche giorno dopo il sindaco Vittorio Ingenito ha preso le distanze dalle parole di Bozzarelli, dichiarazione che secondo la minoranza è arrivata in ritardo: “Il sindaco è intervenuto solamente dopo la mozione di sfiducia. È molto grave perché avrebbe dovuto fare un richiamo ufficiale al suo vicesindaco, prendendo una posizione molto netta da subito”.

Pallanca ha poi espresso la sua opinione su ciò che è stato portato avanti in questi mesi dalla nuova amministrazione: “Abbiamo visto poco rispetto a quelli che erano i loro cavalli di battaglia, come quello della nettezza urbana. In un anno hanno fatto un solo marciapiede. Oggi stanno scoprendo quanto è complicato amministrare. Facile in campagna elettorale fare annunci per prendere voti, difficile soddisfare le esigenze dei cittadini per le quali si è lavorato. Ad oggi tante delle promesse fatte sono disattese”.

La stagione estiva sta volgendo al termine e così Pallanca ha tracciato un bilancio delle offerte e manifestazioni estive della Città delle Palme: “Questo è un tasto dolente, si erano annunciate tante cose, hanno mantenuto le manifestazioni base ma non c’è stata una vera strategia da discutere. L’annuncio dell’assessore al turismo di partecipare ad eventi internazionali per la promozione della città è ben accolto ma non capiamo una cosa. Si è lavorato tanto per creare il consorzio In Riviera e non condividere questo passaggio con le altre amministrazioni è un errore. Andare solo con Bordighera è limitativo perché si sa, l’unione fa la forza”.