video
02:47

Verrà inaugurata domani, domenica 13 giugno, un’importante esposizione dedicata all’artista Davide Puma, presso l’ex Chiesa Anglicana di Bordighera.

La mostra, dal titolo La fine del male, curata dalla critica d’arte Francesca Bogliolo in collaborazione con il Comune di Bordighera, affonda le sue radici nella consapevolezza che ogni artista contemporaneo non possa scindere la propria arte dal rapporto con il disegno.

Il corpus della mostra, costituito da 42 opere eseguite a disegno e tecnica mista, pone l’attenzione sul disegno dell’artista, testimonianza che precede e plasma i dipinti permettendo la comprensione reale dell’intensa e prolifica poetica artistica di Davide Puma.

La fine del male è un titolo a cui ho pensato subito quando è nato il progetto di una mostra di solo disegno – racconta l’artista ai nostri microfoni. – Tutti i disegni sono stati fatti nel periodo di lockdown e La fine del male simboleggia un po’ la spada di San Giorgio che uccide il drago, dunque taglia la testa a questo periodo che abbiamo passato. Per me la cosa più semplice è stato mettermi con carta e matita e iniziare a dare corpo a nuove visioni. Le opere parlano di ombra e luce, il disegno mi ha permesso di avere un approccio molto più intimo e psicologico con le mie figure”.

In occasione della mostra, che inaugurerà domani alle ore 17:30, sarà presentato il Catalogo. Durante il periodo della mostra, che resterà visitabile fino al 4 luglio, saranno realizzati eventi collaterali interamente dedicati all’importanza del disegno.

Articolo precedenteCentri estivi, Regione Liguria stanzia 4,5 milioni di euro. L’assessore Ilaria Cavo: “Dal 16 giugno al via al presentazione delle domande”
Articolo successivoFratelli d’Italia: Mirko Valenti nuovo responsabile della provincia di Imperia del dipartimento dipendenze e terzo settore