L’ospite di oggi dell’intervista di Riviera Time è il sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, che spiega i progetti su cui intende lavorare nei circa 500 giorni che mancano alla fine del suo mandato. “È arrivato il momento della svolta. Dopo tre anni e mezzo in cui abbiamo seminato tante cose, adesso è venuto il momento di raccogliere. Penso al mercato annonario. C’è poi la rotonda della Foce. Senza dimenticare l’impegno che ci siamo presi con l’acquedotto a San Romolo”, commenta il primo cittadino.

Si passa poi al tema Aurelia-Bis. “È una tema di cui si discute da anni e abbiamo deciso di dare un’accelerata nell’ultimo anno”, sottolinea Biancheri. “Abbiamo ripreso i rapporti con Ministero e Anas. È un’opera strategica ed è importante portarla avanti. Siamo positivi, ma bisogna fare ancora dei passi”.

Nell’intervista spazio anche alle aspettative della città in vista del Festival, che si svolgerà dal 6 al 10 febbraio.  “Dobbiamo dare maggior visibilità possibile alla città”, dichiara il primo cittadino. “Con Carlo Conti si era instaurato un bel rapporto, penso ci sarà anche con Baglioni. Programmerò delle visite in città anche con lui. Metteremo in risalto vari aspetti della nostra città, a partire dai fiori”.

Biancheri annuncia di voler proseguire un’azione amministrativa molto concentrata sulle periferie. “È giusto concentrarsi sulle periferie. Dobbiamo investire sulle telecamere anche in quelle zone della città. Così come dobbiamo prevedere interventi legati agli asfalti e all’arredo urbano”.

Chiusura d’intervista dedicata alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo. Biancheri sarà un semplice spettatore o sosterrà qualche candidato? “Intanto, sarebbe interessante capire chi si candiderà”, dichiara. “Noi, come amministrazione, ci concentriamo sulla città. A livello personale vedrò cosa fare. L’importante comunque è che Sanremo, o per lo meno la nostra provincia, sia rappresentata a Roma”.