Berrino a Riviera Time: "Turismo settore chiave per FdI, i dati di agosto in Liguria confermano il nostro impegno"

L’assessore regionale al Turismo, Gianni Berrino, è stato ospite oggi nei nostri studi per commentare i recenti dati pubblicati dall’osservatorio ligure sugli andamenti turistici dello scorso agosto. I numeri parlano di un incremento nelle presenze e negli arrivi nel Ponente, con Diano Marina che con un notevole +19,62% di arrivi e il +5,81% di presenze porta tutta la provincia di Imperia in percentuali positive (presenze +0,96%) rispetto lo stesso periodo dello scorso anno.

“E’ un dato molto positivo – dichiara l’assessore – bisogna commentarlo senza dimenticare il contesto in cui è avvenuto, un anno dopo il crollo del Ponte Morandi e a dieci mesi dalla grande mareggiata che aveva sconquassato la Liguria. Questo lo ricordo perché la perdita di immagine sul mercato turistico era stata notevole, quindi ci siamo impegnati molto affinché la Liguria riprendesse la sua immagine di terra dove venire a fare vacanze spensierate. Il risultato è stato positivo, senza dimenticare che c’è stato un recupero di altri mercati che sono direttamente concorrenziali con la Liguria. Alla luce di tutto questo, sono particolarmente soddisfatto per i risultati. Se vogliamo ulteriormente migliorare i dati turistici in Riviera, è necessario puntare sull’innalzamento della qualità, sia delle strutture che di ciò che offriamo al turista”.

Nel corso dell’intervista, l’assessore commenta anche i risultati delle elezioni regionali in Umbria: “A livello nazionale, è emerso quello che noi come Fratelli d’Italia diciamo da settembre, da quando si è formato questo governo che non rappresenta la maggioranza degli italiani. Il risultato in Umbria, dove il centrodestra unito ha staccato di venti punti l’alleanza giallo-rossa, ha dimostrato questo, in una terra dove il centrodestra non aveva mai governato. L’ulteriore dato che mi fa molto piacere è il fatto che Fratelli d’Italia è l’unico partito ad essere salito, ad aver guadagnato punti percentuali rispetto alle europee, dove il risultato era già stato molto buono, quindi vuol dire che la politica del nostro partito è compresa dai cittadini. Dopo sei anni dalla nascita, sembra che Fratelli d’Italia abbia finalmente spiccato il volo, questo fa ben sperare anche per le prossime elezioni in Liguria del 2020″.

“Questi quattro anni e mezzo di governo che abbiamo fatto in Liguria ci hanno dato la certezza che il centrodestra qui può governare e bene” prosegue Berrino. “Fratelli d’Italia è diventato in tutto il paese il partito del turismo: puntiamo molto su questo settore anche come modo per poter assicurare un’occupazione di qualità. Siamo quindi completamente contrari al reddito di cittadinanza, non dobbiamo occupare giovani sul divano dandogli un sussidio, dobbiamo occuparli creando posti di lavoro, e il turismo farlo. Sul tema del lavoro, che è un altro dei filoni su cui puntiamo molto, è importante la politica fiscale: stiamo raccogliendo firme per un referendum costituzionale che metta il tetto alle tasse in Costituzione, perché capiamo che così i cittadini non ce la fanno più ad andare avanti”.

Durante l’intervista l’assessore ha commentato anche le recenti polemiche sulla gestione delle allerte meteo emanate la scorsa settimana.