Bajardo, il comune più alto della provincia d'Imperia il cui nome è legato al grande condottiero Rinaldo

Bajardo è sicuramente uno dei borghi più suggestivi della Liguria e il comune più alto, con i suoi 900 metri sul livello del mare, dell’intera provincia d’Imperia. Il municipio si trova infatti 910 metri d’altitudine.

La sua nascita risale in torno al X-XI secolo quando la popolazione fuggiva dalla costa non più sicura.

Il paese si trova in posizione centrale nel cuore delle valli imperiesi, da esso si possono raggiungere direttamente Apricale, Castelvittorio, Ceriana, San Romolo e la Valle Argentina e sorge su di un colle che la leggenda vuole sia legato al grande condottiero Rinaldo.

Mauro Laura ci accompagna alla scoperta di questa affascinante storia: “La leggenda vuole che il cavallo Bajardo di Rinaldo il paladino di Francia sia morto su questo colle ancora completamente brullo dopo aver mangiato i frutti dell’albero del tasso, conosciuto anche con il nome di ‘albero della morte’. Stando ai racconti il condottiero decise qui di seppellirlo e da quel momento il nome viene associato al colle.”

Nel paese sicuramente c’è stata una forte presenza di popoli liguri a cui si sono mischiati popoli celti, ma negli ultimi anni il borgo è diventato famoso come il paese dei druidi. Ma dove inizia la storia e finisce la leggenda?

“Diciamo subito che i celti non hanno lasciato documenti scritti quindi non abbiamo certezze. È indiscutibile però che molte tradizioni sono di chiara origine celtica, il culto dell’albero, della natura e alcuni elementi del paese ci fanno pensare che qualcosa di vero ci sia.”

Camminando nel paese si possono davvero sentire tutte le storie e leggende che trasudano dalla pietra. Il tempo sembra quasi rallentare lasciando spazio a un passato antico e magico, il tutto impreziosito da una splendida vista sulle Alpi e sul monte Toraggio.

Nel video di Riviera Time l’intervista a Mauro Laura e le immagini del borgo.