bajardo

Tradizionalmente il primo maggio a Bajardo ci si ritrova sui sentieri del Ponte di Bunda per una camminata tra medioevo e boschi alpini, acque solforose e fontane curative. Anche quest’anno, nel ricordo dell’insegnante Adriana Lantero, si rivivrĂ  l’esperienza di camminare sull’Anello di Bunda.

Un percorso interessantissimo per la varietĂ  di ambienti boschivi attraversati, caratterizzati da vetusti castagni e da un susseguirsi di lecci ed eriche arboree, accompagnati dal timido scorrere delle acque dei rii Bunda ed Arma, che celano piccoli paradisi naturalistici.

“Partendo dalla chiesa di San Rocco di Bajardo, giungeremo al poggio ove si erge la chiesetta di San Giovanni, con una strepitosa vista sulle Alpi Liguri e Marittime”, spiega Daniela Martini, assessore al Turismo e Cultura del borgo. “Da qui seguiremo una antica mulattiera che corre lungo una storica direttrice che collegava il paese a Castelvittorio e che ci condurrĂ  ad un bellissimo manufatto in pietra, il ponte di Bunda. Proseguendo giungeremo ad un piccolo agglomerato di case ove ammireremo gli affascinanti resti della piccola chiesa di San Gregorio. Dalla localitĂ  Acquamarcia, ove troveremo muti resti delle attivitĂ  umane praticate in passato, c’inoltreremo entro una tenebrosa e selvaggia lecceta che man mano che ci si avvicinerĂ  al paese darĂ  nuovamente spazio ad alberi di castagno secolari ed una serie di terrazzamenti con ampie vedute sulla valle ed i profili dolomitici dei monti Toraggio e Pietravecchia”.

“Prima di ritornare al punto di partenza avremmo l’opportunitĂ  di dissetarci con le ottime acque, dalle proprietĂ  diuretiche della Fontana Vecchia”, conclude.

Informazioni tecniche e logistiche

Ritrovo ore 9.00 chiesa di San Rocco ad inizio paese; durata 5 ore; dislivello 500 metri; difficoltĂ  E, con tratti da percorrere con attenzione.

L’escursione sarà condotta dalla guida ambientale escursionistica associata AIGAE Antonella Piccone.

Equipaggiamento consigliato: obbligatori scarponcini da trekking, consigliati bastoncini da trekking, pantaloni lunghi, abbigliamento comodo, giacca a vento o cerata, cappellino, crema solare, pranzo al sacco, acqua.

Prenotazione obbligatoria entro le ore 19.00 di domenica 30 aprile 2023 direttamente alla GAE Antonella Piccone (cell. +39 391 1042608).

L’evento è gentilmente offerto dal Comune di Bajardo, nell’ambito degli eventi programmati per far conoscere le bellezze del proprio territorio e promuovere la sua ricca rete sentieristica.