Baggioli a Riviera Time: "Molti cittadini che a maggio hanno barrato la casella di Biancheri oggi non lo rifarebbero"

Simone Baggioli, capogruppo in Consiglio comunale di Forza Italia a Sanremo, è stato ospite quest’oggi nei nostri studi.

A pochi mesi dall’inizio del secondo mandato elettorale del sindaco Alberto Biancheri, Baggioli traccia un primo bilancio: “Stiamo facendo un’opposizione molto seria, precisa e puntuale”, dichiara. “Si è partiti con situazioni ambigue come la scuola Pascoli, che è stata gestita da questa Amministrazione un po’ con un ‘chi se ne frega’: dopo relazioni molto preoccupanti degli ingegneri, arrivate ancor prima degli esami di Stato, si è scelto di proseguire nell’utilizzo di questo fabbricato. Una situazione che noi abbiamo evidenziato in più occasioni durante il Consiglio comunale. Gli studenti sono stati poi spostati su una passeggiata che oggi è invasa da questi container, diventati sostanzialmente la Pascoli-bis. Anche in questo caso, una gestione che lascia perplessi molti cittadini: si potevano scegliere altre opzioni, come il Mercato dei Fiori o altri plessi scolastici già esistenti”.

Baggioli interviene poi sul servizio di raccolta rifiuti della città di Sanremo: “Ricordiamo la visita del Principe di Monaco che è venuto a Sanremo con i bidoni della spazzatura ricolmi di rifiuti, sicuramente non abbiamo fatto una bella figura”, dichiara. “Abbiamo un’invasione di colonie di topi sul porto, un po’ ovunque. Un’organizzazione portata avanti da questo signor Prato che a mio avviso non rispecchia gli obiettivi dell’amministrazione comunale per la gestione dei rifiuti, che vengono prelevati alle 8 del mattino e alla sera alle 7, quando ci sono tanti fruitori nei locali commerciali e nei bar. Mi sembra che l’inizio dell’amministrazione Biancheri non sia stata rappresentata da questo grande benessere”.

Il consigliere è intervenuto più volte in passato sull’offerta turistica della città dei fiori, argomento sul quale si è soffermato anche oggi: “Quale turismo? Mi ricordo purtroppo la situazione drammatica conseguente gli sversamenti a mare, cantieri aperti andati a rilento nella zona dei Tre Ponti, una città sottotono, una città molto sporca, mal curata, con un calendario manifestazioni non presente. Io non voglio fare l’opposizione becera, solitamente sono molto propositivo perché mi piace dare consigli e partecipare, però se dall’altra parte nessuno ci ascolta è ovvio che rimaniamo nella nostra posizione. Da quello che sento in giro, molti cittadini che a maggio hanno barrato la casella di Biancheri, oggi non lo rifarebbero, perché hanno toccato con mano una costante caduta nel baratro di questa città”.

In questi giorni si sta delineando lo scenario politico in vista delle elezioni regionali del 2020. “Oggi Forza Italia deve essere ricostruita” dichiara Baggioli. “Siamo stati fortunati perché qualche soggetto si è ‘auto eliminato’ e questo è un vantaggio perché Forza Italia ha bisogno tanto di un ricambio quanto di considerazione di quelle persone che fino ad oggi non sono state considerate. Credo che oggi la fortuna è stata proprio questa: un’auto eliminazione in massa di persone che non hanno fatto bene al proprio partito e che hanno portato risultati veramente deludenti”.