video
07:23

È stata inaugurata ieri a Badalucco piazza Umberto Eco. Al simbolico taglio del nastro presenti il sindaco Matteo Orengo, il vicesindaco di Alessandria Davide Buzzi Langhi, gli assessori regionali Gianni Berrino, Marco Scajola e Alessandro Piana, il consigliere Chiara Cerri, personalità di spicco dell’imprenditoria locale e della cultura italiana.

Ha poi partecipato alla cerimonia anche Emanuele Mariani, figlio dell’indimenticato Guido che in piazza Umberto Eco avrà esposta, in maniera permanente, una collezione di ceramiche realizzate dai suoi allievi e ispirate ai personaggi del romanzo ‘Baudolino‘.

Proprio a questo testo si deve l’intitolazione della piazza come spiegato da Orengo a Riviera Time: “Baudolino è arrivato accidentalmente a Badalucco. Un amico, Aldo Rodino, leggendo il Baudolino si era accorto che a pagina 242 l’autore Eco faceva rivolgere nei confronti di Baudolino l’aggettivo ‘badalucco’, ovvero sciocco. Abbiamo allora scritto una lettera, in tono ironico, a Umberto Eco in cui ci dicevamo contrariati e invitavamo l’autore a venire a trovarci. Eco rispose, con grande meraviglia, chiedendo scusa e suggerendoci di dedicare una piazza al Baudolino. Dopodiché Guido Mariani e i suoi allievi hanno creato dei personaggi bellissimi. Per 20 anni tutto questo è rimasto in uno scantinato. Abbiamo deciso che era arrivato il momento di togliere la polvere da queste statue e metterle esposte in questa piazza, che è un angolo magnifico, per far sì che potesse divenire un luogo di attrazione per i turisti”.

Nel videoservizio di Riviera Time le immagini della cerimonia e le interviste a: Matteo Orengo, Davide Buzzi Langhi, Gianni Berrino, Marco Scajola ed Emanuele Mariani.

Articolo precedenteVilla Faraldi, proseguono gli incontri dell’assessore regionale Scajola con i sindaci del territorio: “La Regione intende favorire lo sviluppo dell’entroterra”
Articolo successivoSanremo, oggi la costituzione del ‘Laboratorio Internazionale per l’Educazione che Ispira la Pace’