Il mese di maggio per la fauna del Mar Ligure di Ponente è iniziato all’insegna delle curiosità e di avvistamenti unici. Se nella zona del savonese proseguono gli avvistamenti della megattera, oggi 9 maggio 2023, il team di ricercatori di Delfini Del Ponente si è imbattuto in un’altra specie occasionale per il Mar Mediterraneo: la balenottera minore.

“Eravamo usciti in mare per monitorare la presenza di tursiopi ed altri cetacei nelle acque del Ponente Ligure durante una delle nostre uscite di ricerca, quando abbiamo avvistato una balenottera a circa 2 miglia da Capo Nero – spiega Davide Ascheri, ricercatore di Delfini Del Ponente. – Abbiamo iniziato subito a capire che si trattasse di un animale piĂą piccolo della solita balenottera comune e infatti, analizzando bene la conformazione, soprattutto le dimensioni e la colorazione tipica delle pinne laterali, ci siamo accorti che eravamo davanti a qualcosa di inaspettato: una balenottera minore. L’animale si stava alimentando con immersioni brevi e questo ci ha permesso di raccogliere moltissimi dati sul comportamento, cicli respiratori e materiale fotografico”. Una grandissima emozione a bordo per i ricercatori e gli studenti imbarcati, Laura Tavella, Daniele Dipalo e Eleonore Villain “i quali hanno assistito ad un evento piĂą unico che raro” spiega Andrea Pedrazzini, altra ricercatrice del team. Inoltre, le dimensioni stimate in circa 5 metri di lunghezza, indichirebbero che si tratti di un individuo giovane anche se ulteriori accertamenti verranno fatti nei prossimi giorni. L’area di avvistamento è stata subito segnalata alla Capitaneria di Porto di Imperia visto l’eccezionalitĂ  dell’evento.

Quali sono le caratteristiche della balenottera minore?

La balenottera minore è una specie molto particolare di cetaceo. Caratterizzata da una banda bianca sulle pinne pettorali, che è stata proprio l’elemento che ha aiutato il team di Delfini Del Ponente ad identificarla, può arrivare a misurare dai 7 ai 10 metri di lunghezza con un’immersione variabile dai 3 agli 8 minuti, intervallata da emersioni con 5-9 soffi. Generalmente è difficile da avvicinare, ma alcuni individui più curiosi tendono ad approcciare le imbarcazioni, proprio come è successo con il gommone di ricerca di Delfini Del Ponente.

Ciò che rende speciale questo avvistamento, oltre al fatto che si tratta di una specie molto rara, è che non è solita nuotare in queste acque a differenza della cugina balenottera comune. La balenottera minore è infatti considerata una specie occasionale nel Mar Mediterraneo che arriva dall’Oceano Atlantico passando per lo stretto di Gibilterra.

Osservazione e avvistamenti

Negli ultimi 30 anni di ricerca si parla di meno di un avvistamento all’anno nel Mediterraneo. L’avvistamento più antico risale al 1880 quando un esemplare venne trovato spiaggiato lungo la costa della Georgia nel Mar Nero. Ma con il passare del tempo gli avvistamenti sono stati fatti anche in Marocco, Spagna, Francia, Italia e Turchia. Nel Santuario Pelagos infine gli ultimi avvistamenti risalgono al 2017, avvistamento effettuato dal team di ricercatori di Menkab a Bergeggi e a maggio 2020, per una possibile segnalazione ad Imperia. L’avvistamento della balenottera minore effettuato dal team di Delfini Del Ponente si classifica quindi come un evento speciale e di grande rilevanza scientifica che va a confermare come la biodiversità del Mar Ligure di Ponente sia un bene prezioso da preservare.