Autismo, convegno a Loano: "E' una condizione, non una malattia"

 

“Le ultime ricerche fatte negli Stati uniti parlano di una incidenza dell’autismo di un soggetto ogni cinquanta persone”. Sono impressionanti i numeri emersi nel corso del convegno organizzato a Loano dalla Fondazione Sacra Famiglia, presenti il prof. Lucio Moderato, psicoterapeuta e direttore dei Servizi per l’Autismo della Fondazione, e la Dott.ssa Julia O’Connor del Kennedy Krieger Institute di Baltimora, due tra i maggiori esperti a livello internazionale della sindrome autistica.

“L’autismo non è una malattia ma una condizione” – afferma il prof. Moderato – i segnali ai quali i genitori devono fare più attenzione nei loro bambini sono ad esempio lo sguardo laterale, la difficoltà di attenzione e di concentrazione, l’incapacità di processare gli stimoli che arrivano dall’esterno, l’incapacità di agire in modo sensibile nel mondo circostante: queste sono però caratteristiche di carattere clinico, non c’è un test o uno strumento diagnostico che definisca l’autismo in modo preciso ed esaustivo. È il clinico che deve essere in grado di fare la diagnosi”.