asl 1

Dal 15 maggio, l’ospedale di Sanremo è dotato di un’area di degenza pulita. La riattivazione del Pronto Soccorso è garantita da percorsi separati per pazienti Covid e no Covid anche mediante l’azione di filtro offerta dalla tenda pre-triage. L’evoluzione del quadro epidemiologico e l’aumento della circolazione dei cittadini hanno determinato un aumento di patologie classiche con un’evidente necessità di garantire un’assistenza omogenea per patologie Covid e non Covid all’interno dell’ospedale di Sanremo.

La rimodulazione dell’offerta di posti letto (che avviene previa sanificazione ambientale di tutti i locali oggetti di trasferimento e ridestinazione), all’ospedale di Sanremo, è così articolata:

  • un’area di degenza Covid, come previsto dalle indicazioni regionali e ministeriali. Tale area è suddivisa tra i padiglioni Castillo e Giannoni. Nel Padiglione Borea è predisposta un’area per la valutazione dei pazienti sospetti con tampone negativo.
  • un’area di degenza No Covid che, oltre alla riattivazione del pronto soccorso, si articola in 19 posti letto di medicina d’urgenza, 4 posti letto Utic e 6 posti letto di Cardiologia. Da giovedì 21 maggio si aggiungeranno 18 posti letto di Medicina. Per le urgenze, sono attive le sale operatorie del 1° piano centrale.

In caso di ripresa del picco pandemico, è stato predisposto un piano al fine di garantire la rimodulazione dei posti letto Covid dedicati, come indicato dalla Delibera di Alisa 155 del 30/04/2020 e da decreto ministeriale. La disponibilità dei posti letto deve essere garantita entro 72 ore, il piano prevede la disponibilità immediata di posti letto Covid19 attualmente occupati più il 10% dei posti letto occupati in picco.

Relativamente alla riorganizzazione ospedaliera, le restanti specialità continuano ad essere garantite negli altri stabilimenti ospedalieri di Bordighera e Imperia (Covid-free) con relativi percorsi di sicurezza:

  • Imperia: Pronto Soccorso, Medicina, Ginecologia, Pediatria, Urologia, Oculistica, Chirurgia, SPCD, Pneumologia, Neurologia e Centro Ictus.
  • Bordighera: PPI, Ortopedia, Oncologia, lungodegenza.

Dal 18 maggio è stata avviata una graduale ripartenza dell’attività ambulatoriale in ASL1 per le prestazioni in priorità D e P già prenotate e sospese dal 9 marzo a causa dell’emergenza Covid-19.

La prenotazione di nuove prestazioni ripartirà nel mese di giugno. Continuano ad essere garantite le prestazioni in urgenza (U e B) attraverso il contatto diretto del Medico di Medicina Generale o il Pediatra di Libera Scelta con la struttura ambulatoriale che deve erogare la prestazione.

Articolo precedenteBordighera, disposte nuove norme per il mercato settimanale del giovedì
Articolo successivoCoronavirus, come cambiano il settore immobiliare e le vacanze nel Ponente ligure? Intervista a Silvana D’Aloisio dello ‘Studio S 2’